XENETIX - Posologia, Indicazioni, Effetti Collaterali


RICERCA FARMACO

Ricerche frequenti: Nicetile | Debridat | Microser | Vertiserc | Seki Sciroppo Tosse | Klacid 500 Antibiotico |

SERVIZI E UTILITA'

FOGLIETTO ILLUSTRATIVO XENETIX

XENETIX

GUERBETSpA
PRINCIPIO ATTIVO:
Iobitridolo.
ECCIPIENTI:
Edetato bisodico di calcio, cloridrato di trometamina, trometamina, HCl, NaOH, ac-qua per preparazioni iniettabili.
CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA:
Mezzo di contrasto iodato per esami uro-angiografici.
INDICAZIONI:
Xenetix
250:
adulti e bambini da sottoporre a: flebografia; tomografia assiale com-puterizzata del corpo; angiografia a sottrazione digitale ( D.S.A.) intraarteriosa. Xenetix 300 -
350:
adulti e bambini da sottoporre a: urografia endovenosa; tomografia computerizzata (TC)del cranio e del corpo; angiografia a sottrazione digitale (DSA) endovenosa; arteriografia; angiocardiografia.
CONTROINDICAZIONI:
Non esistono controindicazioni assolute all`impiego dei mezzi di contrastotri-iodati nell`uomo. In mancanza di studi specifici, Xenetix non e` indicato per la mielografia.
EFFETTI INDESIDERATI:
Possono verificarsi reazioni benigne come senso di calore e, molto raramente,nausea, vomito e arrossamento. Queste reazioni sono transitorie e senza conseguenze. E` possibile l`insorgenza di reazioni piu` serie. Queste ultime possono presentarsi isolatamente o in as-sociazione, e possono includere patologie cutanee, respiratorie, neurosensitive, gastrointestinali e cardiovascolari comprendenti anche il collasso circolatorio con vario gradodi severita`, eccezionalmente con shock e/o arresto circolatorio.
PRECAUZIONI D`IMPIEGO:
Durante l`esecuzione dell`esame sono necessari: sorveglianza da partedi un medico; mantenimento di una via endovenosa per il trattamento di emergenza in caso di reazione. E` necessario non limitare l`apporto di acqua e, anzi, e` raccomandabile favorire unaabbondante produzione di urine nei soggetti con insufficienza renale, diabete, mieloma o iperuricemia, come pure nei bambini piccoli e nei soggetti con lesioni ateromatose. E` raccoman-dabile una pre-medicazione nei soggetti a rischio di reazioni (allergia, scarsa tollerabilita` per i prodotti iodati). Per tali motivi deve essere sempre disponibile la strumentazione per le manovredi rianimazione, specialmente nei soggetti in trattamento con beta-bloccanti, nei quali l`adrenalina e i liquidi per via endovenosa possono avere poco effetto.
AVVERTENZE SPECIALI:
Come tutti mezzi di contrasto iodati, gli agenti di contrasto non ionici, triiodati,solubili in acqua possono determinare lievi, gravi o fatali reazioni da intolleranza, che spesso
sono immediate, e a volte ritardate. Queste reazioni non sono prevedibili, ma ricorrono piu` fre-quentemente nei pazienti con anamnesi positiva per allergie (orticaria, asma, rinite allergica, eczema, allergie a cibi o a farmaci) o che hanno mostrato particolare sensibilita` durante unprecedente esame con mezzo di contrasto iodato. In questi pazienti non e` possibile eseguire uno screening con i test di reazione allo iodio o qualunque altro test attualmente disponibile.
INTERAZIONI:
Associazioni che richiedono precauzioni particolari:
DIURETICI:
Nel caso di disidra-tazione indotta dai diuretici c`e` un rischio maggiore di insufficienza renale acuta, specialmente
quando si impiegano dosi elevate di mezzi di contrasto iodati. Il paziente dovrebbe essere rei-dratato prima della somministrazione del mezzo di contrasto iodato. M
ETFORMINA:
nei pazientidiabetici e` stata segnalata la possibilita` di acidosi lattica favorita dalla insufficienza renale funzionale in seguito all`effettuazione di esame radiologico con somministrazione di mezzo di con-trasto per via intravascolare. Il trattamento con metformina dovrebbe essere sospeso 48 ore prima dell`esame e ripreso 2 giorni dopo l`esecuzione dell`esame radiologico.
POSOLOGIA:
Il dosaggio deve essere adattato di volta in volta al tipo di esame, al distretto da stu-diare, al peso corporeo e alla funzione renale del soggetto, particolarmente nei bambini. I dosaggi raccomandati sono i seguenti: Xenetix
250:
Indicazioni dose media ml/kg volume totale(minimo/massimo) ml
Flebografia 2,6 150 - 220 TC del torace 2,0 95 - 170DSA intraarteriosa 3,1 75 - 360
Xenetix
300:
Urografia con iniezione rapida endovenosa 1,2 50 - 100 iniezione lenta endovenosa 1,6 100TC
TC cranio 1,4 20 - 100 TC corpo 1,9 20 - 150DSA endovenosa 1,7 40 - 270
Arteriografia Arteriografia cererale 1,8 45 - 210Arteriografia arti inferiori 2,8 85 - 300
Angiocardiografia 1,1 70 - 125 Xenetix
350:
Urografia endovenosa 1 50 - 100 TCTC cranio 1 40 - 100
TC corpo 1,8 90 - 180 Angiografia endovenosaA sottrazione digitale 2,1 95 - 250
Arteriografia Arteriografia periferica 2,2 105 - 205Arteriografia cererale 1,8 80 - 190
Arteriografia arti inferiori 3,6 155 - 330 Angiocardiografia - Adulti 1,9 65 - 270Bambini 4,6 10 - 130
Conservare al riparo della luce e a temperatura inferiore a 30-o C.
INCOMPATIBILITA`:
Al fine di evitare rischi d`incompatibilita` non utilizzare la siringa per somministrarealtri farmaci. V
ALIDITA`:
3 anni
MINSAN Confezioni Euro CL N032830010 FL 50ML 36,88 C 032830022 FL 100ML 73,75 C 032830034 FL 200ML 147,50 C 032830046 FL 500ML 368,70 C 032830059 FL 50ML+SIR+MICROP 36,88 C 032830061 FL 500ML 436,20 C 032830073 FL 20ML 17,46 C 032830085 FL 50ML 44,26 C 032830097 FL 60ML 53,09 C 032830109 FL 100ML 87,23 C


Versione Stampabile