VASOFEN - Posologia, Indicazioni, Effetti Collaterali


RICERCA FARMACO

Ricerche frequenti: Nicetile | Debridat | Microser | Vertiserc | Seki Sciroppo Tosse | Klacid 500 Antibiotico |

SERVIZI E UTILITA'

FOGLIETTO ILLUSTRATIVO VASOFEN

VASOFEN

TUBILUXPHARMA SpA
PRINCIPIO ATTIVO:
100 ml contengono: cloramfenicolo succinato sodico 1,0 g, l-fenilefrina 0,10g, mepiramina maleato 0,10 g.
ECCIPIENTI:
Idrossipropilmetilcellulosa, acido succinico, borace, sodio cloruro, antipirina, cloro-butanolo, mentolo, alcool, acqua depurata.
CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA:
Antibiotico
INDICAZIONI:
Nel trattamento dei processi infettivi, infiammatori ed allergici del segmento ante-riore dell`occhio ed in particolare in varie forme di congiuntiviti e cherato-congiuntiviti e nel trattamento post-operatorio di alcuni interventi sul bulbo.
CONTROINDICAZIONI:
L`uso e` controindicato nei soggetti affetti da glaucoma ad angolo stretto enei pazienti che presentano fenomeni di sensibilizzazione verso il cloramfenicolo o qualunque
dei componenti della specialita`.
EFFETTI INDESIDERATI:
Sono stati descritti rari casi di ipoplasia midollare a seguito di impiego protrattodi cloramfenicolo per uso topico. Per tale motivo il prodotto va usato per brevi periodi salvo
esplicita indicazione del medico. In alcuni pazienti si possono occasionalmente avere reazionidi sensibilizzazione, come bruciore, edema angioneurotico, orticaria, dermatiti vescicolare e maculopapulare. L`uso prolungato e frequente puo` determinare la comparsa di mal di testa edirritabilita`; in tal caso interrompere l`impiego del prodotto.
PRECAUZIONI D`IMPIEGO:
Da usare esclusivamente per uso esterno, evitando l`applicazione quan-do le mucose siano infiammate o comunque lese.
AVVERTENZE SPECIALI:
Non superare il dosaggio raccomandato. Il Vasofen non modifica lo stato divigilanza e puo` quindi essere somministrato anche in pazienti che debbano porsi alla guida di autoveicoli. Il prodotto, se accidentalmente ingerito o se impiegato per lungo tempo a dosi ec-cessive, puo` determinare fenomeni tossici. Esso va quindi tenuto lontano dalla portata dei bambini.
USO IN GRAVIDANZA:
Nelle donne in stato di gravidanza e nella primissima infanzia il prodotto vasomministrato nei casi di effettiva necessita`, sotto il diretto controllo del medico. Il prodotto
non deve essere impiegato nei bambini sotto i tre anni di eta`.
INTERAZIONI:
A parte l`inutilita` di abbinamento ad antibiotici dallo spettro di azione antibattericosovrapponibile, non sono state segnalate interazioni particolari e incompatibilita` con altri farmaci.
POSOLOGIA:
Instillare 1-2 gocce nell`occhio 3 volte al giorno o secondo prescrizione medica. Ilprodotto va usato per brevi periodi salvo esplicita indicazione del medico. Come con altri antiobitici, l`uso prolungato puo` causare proliferazione di microrganismi non sensibili. Se si verifi-casse una super-infezione o non si notasse un miglioramento clinico in un ragionevole periodo di tempo, interrompere la somministrazione e instaurare appropriata terapia.
SCADENZA E NORME DI CONSERVAZIONE:
Conservare a temperatura non superiore ai 20-oC


Versione Stampabile