TRICANDIL - Posologia, Indicazioni, Effetti Collaterali


RICERCA FARMACO

Ricerche frequenti: Nicetile | Debridat | Microser | Vertiserc | Seki Sciroppo Tosse | Klacid 500 Antibiotico |

SERVIZI E UTILITA'

FOGLIETTO ILLUSTRATIVO TRICANDIL

TRICANDIL

SPA SpA
PRINCIPIO ATTIVO:
Mepartricina
ECCIPIENTI:
Butilidrossianisolo, ascorbile palmitato, squalano, sodio citrato, esteri gliceridi di aci-di grassi.
CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA:
Antibiotico antimicotico e antiprotozoario per uso ginecologi-co.
INDICAZIONI:
Vaginiti da Candida albicans. Vaginiti sostenute in forma mista da Candida albicanse Trichomonas vaginalis. Trattamento locale delle vaginiti da Trichomonas vaginalis.
CONTROINDICAZIONI:
Ipersensibilita` individuale accertata verso il prodotto.
EFFETTI INDESIDERATI:
Occasionalmente bruciore vaginale.
PRECAUZIONI D`IMPIEGO:
Se compare bruciore vaginale, occorre interrompere il trattamento. Nel-le donne in stato di gravidanza e nella primissima infanzia, il prodotto va somministrato nei casi
di effettiva necessita`, sotto il diretto controllo del medico.
POSOLOGIA:
Secondo parere medico. In genere e` sufficiente 1 candeletta alla sera, inserita pro-fondamente in vagina, per 1 o 2 cicli di 15 giorni ciascuno. Tuttavia la tollerabilita` della mepartricina consente di raddoppiare la posologia giornaliera e/o di prolungare il trattamento nei casicronici o particolarmente resistenti ogni volta che il medico ne ravveda la necessita`. La terapia va continuata anche durante il flusso mestruale.


Versione Stampabile