Vai alla Home Page
Link Sponsorizzati

Ti trovi qui:  > >

tenormin - Posologia, Indicazioni, Effetti Collaterali


Ricerca Fogli Illustrativi dei farmaci per nome

questa ricerca e' solo ad uno indicativo, ogni medicinale o consiglio medico deve essere necessariamente
PRESCRITTO dal proprio medico curante.

Elenco Completo Medicinali




Versione Stampabile
Nome Medicinale TENORMIN
Descrizione ASTRAZENECA SpA
CONCESSIONARIO:
SIMESA SpA
PRINCIPIO ATTIVO:
Atenololo
ECCIPIENTI:
Magnesio carbonato pesante, amido di mais, sodio laurilsolfato, gelatina, magnesiostearato.
CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA:
Tenormin appartiene a un gruppo di farmaci denominati beta-bloccanti che agiscono sul cuore e sulla circolazione.
INDICAZIONI:
Ipertensione arteriosa compresa quella di origine renale. Angina pectoris. Aritmie.Intervento precoce nell`infarto miocardico acuto.
CONTROINDICAZIONI:
Prima di assumere il farmaco segnalare al proprio medico se: si sono ve-rificate reazioni allergiche durante un precedente trattamento con Tenormin o con atenololo; si e` affetti da malattie cardiache, compreso lo scompenso o il blocco cardiaco; si e` sofferto diridotti o irregolari battiti cardiaci, di pressione arteriosa molto bassa o di gravi disturbi circolatori; si e` affetti da feocromocitoma; si e` in terapia con verapamile o diltiazem. Tenormin nondeve essere somministrato ai bambini. Il farmaco e` ad esclusivo uso personale e non deve essere assunto da altri.
EFFETTI INDESIDERATI:
Durante il trattamento con Tenormin, come con qualsiasi farmaco, si possonoverificare talvolta degli effetti indesiderati. Con Tenormin si possono verificare: dita delle mani
e dei piedi fredde; stanchezza; secchezza della bocca; disturbi gastrointestinali (es. nausea,diarrea); mal di testa; disturbi del sonno; battiti cardiaci rallentati; pressione arteriosa molto bassa; blocco cardiaco (che puo` causare un anormale battito cardiaco, capogiri, stanchezza osvenimento); intorpidimento e crampo delle dita seguito da sensazione di calore e dolore (fenomeno di Raynaud); formicolio alle mani; perdita di capelli; trombocitopenia (lividi); porpora(macchie violacee sulla cute); granulocitopenia (riduzione del numero dei globuli bianchi); eruzioni cutanee compreso l`aggravamento della psoriasi; eruzioni eritematose; disturbi visivi; ca-pogiri in particolar modo in posizione eretta; secchezza agli occhi. Inoltre si puo` verificare difficolta` di respirazione e/o gonfiore alle caviglie se si e` affetti da scompenso cardiaco; aggra-vamento dei disturbi circolatori; aggravamento delle difficolta` respiratorie se si e` affetti da asma; cambiamenti dell`umore; psicosi e allucinazioni (disturbi mentali); aggravamento di sin-dromi nervose con depressione mentale, catatonia (apatia e riduzione dell`attivita` motoria), confusione e disturbi della memoria. I possibili effetti indesiderati sopra elencati non devonoallarmare perche` non e` certo che questi compaiano.
PRECAUZIONI D`IMPIEGO:
Prima di iniziare la terapia e` opportuno informare il proprio medico se:si hanno problemi a livello renale o tiroideo, problemi diabetici o cardiaci, disordini circolatori, difficolta` respiratorie o asma; si e` affetti da angina di Prinzmetal; si e` in stato di gravidanza o sidesidera iniziare una gravidanza oppure si e` in allattamento; si e` mai verificata una reazione di tipo allergico (per esempio da puntura d`insetto); si stanno assumendo altri farmaci. In partico-lare, segnalare se si e` in terapia con disopiramide (per battiti cardiaci irregolari), indometacina o ibuprofene (analgesici) o si e` in trattamento per l`ipertensione o l`angina (in particolare nifedi-pina o clonidina) o per lo scompenso cardiaco (digossina). Riferire inoltre al proprio medico se si sta facendo uso di decongestionanti nasali o di altri farmaci (che contengono per esempiopseudoefedrina) per il trattamento del raffreddore. In caso di assunzione di clonidina per la cura dell`ipertensione o per prevenire l`emicrania, il trattamento di clonidina o di Tenormin non deveessere interrotto senza prima consultare il proprio medico. Durante il trattamento con Tenormin potrebbe verificarsi una riduzione della frequenza cardiaca. Questo effetto e` normale, ma se di-venta motivo di preoccupazione e` consigliabile consultare il proprio medico. Nei pazienti diabetici, Tenormin puo` modificare la normale risposta all`ipoglicemia, che generalmente induce unaumento della frequenza cardiaca.
AVVERTENZE SPECIALI:
Nell`eventualita` di ricovero in ospedale, informare del trattamento in corso conTenormin il personale medico e, in particolare, l`anestesista in caso di intervento chirurgico. E
FFETTI SULLA CAPACITA` DI GUIDARE E SULL`USO DI MACCHINE:
e` improbabile che l`assunzione di Tenor-min influisca sulla capacita` di guidare e sull`uso di macchine. Tuttavia, in alcuni pazienti in
trattamento con Tenormin possono a volte verificarsi capogiri e affaticamento; in caso di pre-senza di questi sintomi e` consigliabile non svolgere queste attivita`. Il trattamento con Tenormin non deve essere interrotto, a meno che non venga richiesto dal medico. L`interruzione deve av-venire in maniera graduale.
POSOLOGIA:
E` necessario seguire le istruzioni del proprio medico per quanto riguarda dose,modo e frequenza di assunzione delle compresse. La posologia giornaliera indicata e` riferita a un adulto.
IPERTENSIONE ARTERIOSA COMPRESA QUELLA DI ORIGINE RENALE:
una compressa al giorno.Di solito il pieno effetto antipertensivo si raggiunge dopo una o due settimane di terapia. A
NGINA PECTORIS:
la maggior parte dei pazienti risponde alla somministrazione di una compressa al gior-no. A
RITMIE:
mezza o una compressa al giorno come terapia di mantenimento.
INTERVENTO PRECOCE NELL`INFARTO MIOCARDICO:
una compressa al giorno come terapia di mantenimento. Lecompresse devono essere assunte con un po` d`acqua, preferibilmente sempre alla stessa ora.
In caso di assunzione accidentale di dosi superiori a quella consigliata, rivolgersi immediata-mente al proprio medico o all`ospedale piu` vicino. Nel caso in cui, per dimenticanza si ometta l`assunzione di una dose, e` opportuno assumerla appena possibile. Non devono essere assuntedue dosi contemporaneamente. Il miglioramento dello stato di salute non deve comportare l`interruzione del trattamento, a meno che non venga richiesto dal medico. L`interruzione del trat-tamento deve avvenire in maniera graduale.
SCADENZA E NORME DI CONSERVAZIONE:
Conservare nella propria confezione a temperatura infe-riore a + 25-oC e al riparo da luce e umidita`.


  Elenco Completo Medicinali

Link Sponsorizzati







CERCA NEL SITO