SPIROMIX - Posologia, Indicazioni, Effetti Collaterali


RICERCA FARMACO

Ricerche frequenti: Nicetile | Debridat | Microser | Vertiserc | Seki Sciroppo Tosse | Klacid 500 Antibiotico |

SERVIZI E UTILITA'

FOGLIETTO ILLUSTRATIVO SPIROMIX

SPIROMIX

PULITZERITALIANA Srl
PRINCIPIO ATTIVO:
Spiramicina 3.000.000 U.I.
ECCIPIENTI:
Lattosio; Idrossipropilcellulosa; Crospovidone; Silice precipitata; Magnesio stearato;Sodio laurilsolfato; Copolimeri metacrilici; Triacetina; Talco; Titanio biossido; Polietilenglicole
4000.
CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA:
Antibiotico sistemico, macrolide.
INDICAZIONI:
La spiramicina trova indicazione nelle infezioni da germi sensibili. Infezioni delcavo orale: parodontopatie e gengiviti, coadiuvante nel trattamento della piorrea alveolare; Infezioni delle vie respiratorie: rinofaringiti, angine, laringiti, otite media, bronchiti, broncopolmoniti,polmoniti, ascessi polmonari, empiemi; Infezioni varie: pertosse, erisipela, scarlattina, gonorrea; Infezioni dei tessuti molli: piodermiti, foruncolosi, ascessi, piaghe infette; Trattamento dellecomplicanze batteriche broncopolmonari dell`influenza e delle malattie esantematiche.
CONTROINDICAZIONI:
Ipersensibilita` verso i componenti o sostanze correlate da un punto di vistachimico.
EFFETTI INDESIDERATI:
Tra gli effetti indesiderati sono da annoverare dolori gastrici, nausea, vomito,diarrea e reazioni di tipo allergico.
PRECAUZIONI D`IMPIEGO:
E` sempre raccomandabile, durante i trattamenti prolungati con dosielevate, eseguire controlli periodici della crasi ematica e della funzionalita` epatica.
AVVERTENZE SPECIALI:
La spiramicina non raggiunge nel liquido cerebro-spinale livelli terapeutica-mente utili pertanto e` inefficace nel trattemento delle meningiti. Non e` necessario modificare la posologia in caso di insufficienza renale dato che la molecola attiva non viene eliminata per viarenale. Nelle donne in caso di gravidanza e durante l`allattamento il prodotto va somministrato nei casi di effettiva necessita`, sotto il controllo del medico. La spiramicina e` escreta nel alttematerno, pertanto e` controindicato l`allattamento in caso di trattamento con il medicinale. Non sono note interferenze sulla capacita` di guida e sull`uso di macchine.
INTERAZIONI:
Il farmaco puo` interagire con la Levodopa. In caso di assuncione contemporaneainformarne il medico per istituire una sorveglianza clinica ed eventualmente adattare la posologia della Levodopa. Il farmaco appartine alla famiglia dei macrolidi, per la quale sono stati os-servati fenomeni di ischemia in caso di uso simultaneo con vasocostrittori derivati dalla segale cornuta (diidroergocristina, ergotamina). Tuttavia non e` stato segnalato alcun caso derivantedall`uso della spiramicina. E` possibile resistenza crociata con oleandomicina, eritromicina e con macrolidi in genere.
POSOLOGIA:
ADULTI. La dose giornaliera e` abitualmente di 2-3 compresse da 3.000.000 U.I. ri-partite in 2-3 somministrazioni. Le compresse devono essere ingerite, senza masticarle, con
abbondante liquido. BAMBINI. La posologia quotidiana varia da 150.000 a 225.000 U.I./Kg pesocorporeo a seconda della gravita` dell`affezione da trattare: tale dose deve essere ripartita in 3/4 somministrazioni. Il trattamento deve essere continuato per almeno 48 ore dopo la scomparsadei segni clinici o batteriologici dell`infezione.
SOVRADOSAGGIO:
Non sono note in letteratura segnalazioni di effetti tossici da iperdosaggio. Incaso di ingestione di dosi eccessive del farmaco gli interventi di emergenza dovranno essere rivolti a contrastare i sintomi che si possono presentare.


Versione Stampabile