PERSANTIN - Posologia, Indicazioni, Effetti Collaterali


RICERCA FARMACO

Ricerche frequenti: Nicetile | Debridat | Microser | Vertiserc | Seki Sciroppo Tosse | Klacid 500 Antibiotico |

SERVIZI E UTILITA'

FOGLIETTO ILLUSTRATIVO PERSANTIN

PERSANTIN


BOEHRINGERINGELHEIM ITALIA PRINCIPIO ATTIVO:
Dipiridamolo
ECCIPIENTI:
Compresse rivestite: amido di mais secco, amido di mais solubile, silice colloidale,magnesio stearato, E 110, saccarosio, talco, gomma arabica, PEG 6000, E 171, cera bianca,
cera carnauba, lattosio monoidrato (solo cpr 25 mg), calcio idrogeno fosfato anidro (solo cpr75 mg). Fiale: acido tartarico, polietilenglicole 600, acido cloridrico, acqua per preparazioni iniettabili.
CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA:
Antitrombotico.
INDICAZIONI:
Persantin 25 e Persantin fiale: insufficienza coronarica accompagnata o no da crisianginose; coronaropatie; cuore senile e profilassi dell`infarto del miocardio; cardiopatie, come
coadiuvante della terapia digitalica. Patologia, a livello cardiaco, cerebrale e renale da aumen-tata aggregabilita` piastrinica. Persantin
75 :
patologia, a livello cardiaco, cerebrale e renale, da aumentata aggregabilita` piastrinica
CONTROINDICAZIONI:
Ipersensibilita` individuale accertata nei confronti del prodotto.
EFFETTI INDESIDERATI:
Scarsi e transitori possono occasionalmente verificarsi cefalee, vertigini, nau-sea, lievi disturbi gastroenterici, eruzioni cutanee. Solo nel caso che le reazioni secondarie siano persistenti e non tollerate dal paziente si prospetta l`opportunita` della interruzione deltrattamento.
PRECAUZIONI D`IMPIEGO:
Dosi eccessive possono provocare vasodilatazione periferica. Usarecon cautela in pazienti ipotesi. In pazienti con insufficienza coronarica grave, la somministrazione rapida endovenosa di alte dosi di dipiridamolo (0,5 mg o piu` per kg di peso corporeo in4 minuti), puo` causare fenomeni ischemici coronarici e aritmie ipercinetiche. Tali effetti possono essere risolti con una iniezione endovenosa lenta (10 minuti) di aminofillina. I confetti devo-no essere ingeriti a stomaco vuoto, un`ora prima dei pasti.
USO IN GRAVIDANZA:
Non presenta alcuna particolare controindicazione in gravidanza. Comunque,come per tutti gli altri farmaci, si consiglia cautela, particolarmente nei primi tre mesi di gestazione. Non e` stata accertata una sicurezza assoluta di impiego in allattamento.
EFFETTI SULLA GUIDA E USO DI MACCHINARI:
Durante la terapia non esistono controindicazioni alla guidaed all`uso di macchinari che richiedono particolare attenzione.
INTERAZIONI:
La somministrazione contemporanea di preparati teofillinici puo` ridurre l`effetto te-rapeutico di Persantin.
POSOLOGIA:
PERSANTIN 25:
insufficienza coronarica accompagnata o no da crisi anginose; co-ronaropatie. Dose iniziale: 150-300 mg al di`, per via orale. Dose di mantenimento: 75-150 mg al di`. Cuore senile e profilassi dell`infarto del miocardio: 2 cicli annuali di 6 settimane con 75mg al di`, per via orale. Cardiopatie, come coadiuvante della terapia digitalica: 50-75 mg al di`, per via orale, per almeno 4 settimane. Patologia a livello cardiaco, cerebrale e renale, da au-mentata aggregabilita` piastrinica: 300-400 mg al di` in dosi refratte. P
ERSANTIN 75:
patologia alivello cardiaco, cerebrale e renale, da aumentata aggregabilita` piastrinica: 300-400 mg al di` in
dosi refratte.
PERSANTIN FIALE:
fleboclisi di 5 fiale in 250 ml di soluzione glucosata al 5% in mi-sura di 40-60 gocce al minuto, controllando attentamente i valori pressori. Per particolarita` fisico-chimiche, le fiale possono essere diluite solo con soluzioni glucosate o clorurosodiche.
SOVRADOSAGGIO:
Non sono noti incidenti da sovradosaggio con dipiridamolo.
SCADENZA E NORME DI CONSERVAZIONE:
Conservare al di sotto di 30-o C. Fiale: Le soluzioni pronteper l`uso non possono essere conservate per piu` di 8 ore. Proteggere dalla luce.


Versione Stampabile