NORITREN - Posologia, Indicazioni, Effetti Collaterali


RICERCA FARMACO

Ricerche frequenti: Nicetile | Debridat | Microser | Vertiserc | Seki Sciroppo Tosse | Klacid 500 Antibiotico |

SERVIZI E UTILITA'

FOGLIETTO ILLUSTRATIVO NORITREN

NORITREN

LUNDBECKITALIA SpA
PRINCIPIO ATTIVO:
Nortripilina cloridrato 11,40 - 28,5 mg pari a 10,0 - 25,0 mg di nortriptilinabase.
ECCIPIENTI:
Amido di mais, gelatina, lattosio, cellulosa microgranulare, magnesio stearato, talco,silice colloidale, gomma arabica, magnesio carbonato, titanio biossido, spermaceti, saccarosio, E 110 (solo cpr 25 mg), E104 (solo cpr 25 mg).
CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA:
Antidepressivo.
INDICAZIONI:
Depressioni endogene; depressioni reattive; nevrosi depressive; depressioni senili;reazioni depressive negli schizofrenici.
CONTROINDICAZIONI:
E`controindicato nel glaucoma ad angolo chiuso non trattato e nell` avvele-namento acuto da alcool e barbiturici, nonche` nei pazienti con ritenzione urinaria. Come con altri timolettici, fra la sospensione degli anti-MAO e l` inizio del Noritren deve passare un inter-vallo di almeno due settimane. A causa della possibilita` di ipotensione ortostatica e di disturbi della conduzione cardiaca, bisogna essere cauti nell` uso di Noritren nelle persone anziane edin pazienti cardiopatici.
EFFETTI INDESIDERATI:
Come altri timolettici, specialmente all` inizio del trattamento, puo` provocarelievi effetti collaterali vegetativi, come secchezza delle fauci, disturbi dell` accomodazione, aumento della secrezione di sudore, tachicardia, vertigini, ipotensione ortostatica, stitichezza edin alcuni casi difficolta` alla minzione. Disturbi transitori di conduzione con alterazioni ECG si possono osservare di tanto in tanto, specialmente nelle persone anziane. In rari casi si possonoverificare sintomi confusionali, specialmente quando si somministrano dosi iniziali elevate. I timolettici possono provocare un aumento della tensione intraoculare. Nel glaucoma ad angolochiuso, nel glaucoma acuto od in caso di predisposizione, attacchi di visione confusa intermittente, visione ad arcobaleno e dolore oculare possono comparire in corso di trattamento contimolettici. In tal caso il paziente deve consultare un oculista ed il glaucoma deve essere escluso prima di continuare il trattamento. In caso di comparsa di altri effetti collaterali consultare il me-dico.
PRECAUZIONI D`IMPIEGO:
Nelle donne in stato di gravidanza e nella primissima infanzia il prodottova somministrato nei casi di effettiva necessita`, sotto diretto controllo del medico. Va somministrato con cautela quando si usino contemporaneamente dei simpaticomimetici.
AVVERTENZE SPECIALI:
Gli antidepressivi triciclici possono modificare i tempi di reazione e di cio` de-vono essere avvertiti coloro che potrebbero condurre veicoli di qualunque tipo od attendere ad
operazioni richiedenti normalita` del grado di vigilanza.
INTERAZIONI:
L` associazione con altri psicofarmaci richiede particolare cautela e vigilanza daparte del medico ad evitare inattesi effetti indesiderati da interazione. La nortriptilina potenzia l`
effetto della norepinefrina e dei simpaticomimetici, degli anticolinergici, degli antistaminici. L`interazione con tranquillanti o neurolettici puo` essere utilizzata a fini terapeutici. L` associazione con inibitori delle MAO va evitata a scanso di effetti collaterali anche gravi.
POSOLOGIA:
Depressioni endogene: Per pazienti affetti da sindrome depressiva caratterizzataprincipalmente da inibizione, il Noritren e` l` antidepressivo di elezione, grazie alla sua azione psicostimolante. Cio` vale anche per i pazienti che soffrono di depressioni involutive con inibizione.Nei casi in cui sono presenti anche insonnia, ansia o sintomi vegetativi, deve essere associato ad ansiolitici o neurolettici. Iniziare con 25 mg 3 volte al giorno, aumentare di 25 mg ogni giornood ogni due giorni fino ad un totale di 150 mg o eventualmente di 225 mg al giorno. Questa dose deve essere continuata per 2 o 3 settimane dopo che l` effetto ottimale e` stato raggiuntoe poi deve essere lentamente ridotta, per esempio di 25 mg ogni 3-8 giorni. ll livello di mantenimento di solito e` di 25 mg 2 o 3 volte al giorno, in alcuni casi un poco maggiore. Nell` even-tualita` di una ricaduta la dose deve essere aumentata di nuovo. Il farmaco deve essere immediatamente sospeso, se il paziente mostra segni di inizio di una fase maniacale, e sosti-tuito da un adatto neurolettico. Nei pazienti di oltre 60 anni il trattamento deve essere iniziato con 10 mg 3 volte al giorno, aumentato lentamente fino a circa 150 mg al giorno e poi ridottoad un livello di mantenimento adatto. Depressioni reattive: Nelle depressioni reattive e` particolarmente adatto quando il paziente soffre di inibizione e di mancanza di iniziativa o quando sidesidera un effetto sedativo. Iniziare con 10-25 mg 3 volte al giorno. Se occorre, la dose puo` essere lentamente aumentata fino ad un massimo di 150 mg al giorno e poi ridotta ad un livellodi mantenimento. Se sono presenti disturbi del sonno, puo` essere somministrato un neurolettico di sera ed i sintomi di ansia possono essere trattati con un ansiolitico. Altri stati depressivi:Nelle nevrosi depressive, nelle depressioni senili e nelle reazioni depressive degli schizofrenici, il Noritren puo` essere preferibile all` amitriptilina se i pazienti sono privi di iniziativa e stanchioppure se un effetto sedativo e` indesiderabile. Nella schizofrenia deve essere invariabilmente associato ad un neurolettico la posologia deve essere regolata caso per caso e con grande cau-tela, in modo da non provocare o aggravare i sintomi schizofrenici. Nelle depressioni senili iniziare con 10 mg 3 volte al giorno; in altri casi con 10-25 mg 3 volte al giorno, poi aumentarelentamente fino a quando non si ottiene l` effetto desiderato. In presenza di disturbi del sonno deve essere somministrato di sera, assieme ad un ansiolitico. Nel trattamento di pazienti anzianila posologia deve essere attentamente stabilita dal medico che dovra` valutare una eventuale riduzione di dosaggi sopraindicati.


Versione Stampabile