MONURIL - Posologia, Indicazioni, Effetti Collaterali


RICERCA FARMACO

Ricerche frequenti: Nicetile | Debridat | Microser | Vertiserc | Seki Sciroppo Tosse | Klacid 500 Antibiotico |

SERVIZI E UTILITA'

FOGLIETTO ILLUSTRATIVO MONURIL

MONURIL

ZAMBONITALIA Srl
PRINCIPIO ATTIVO:
Fosfomicina trometamolo pari a fosfomicina 3 g o 2 g (pediatrico).
ECCIPIENTI:
Aroma mandarino, aroma arancia, saccarina, saccarosio.
CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA:
Antibatterico delle vie urinarie.
INDICAZIONI:
Cistite batterica acuta, episodi acuti di cistiti batteriche recidivanti, sindrome ure-tro-vescicale acuta batterica, uretrite batterica apsefica. Batteriuria significativa asintomatica
(gravidanza). Infezioni urinarie post-operatorie. Profilassi delle infezioni del tratto urinario negliinterventi chirurgici e nelle manovre diagnostiche transuretrali.
CONTROINDICAZIONI:
Ipersensibilita` accertata verso il prodotto.
EFFETTI INDESIDERATI:
Monuril e` particolarmente ben tollerato sia dal soggetto adulto che dal bambi-no. Molto raramente sono stati osservati disturbi gastrointestinali (nausea, pirosi e diarrea) e
rash cutanei regrediti spontaneamente e rapidamente senza particolari e specifici interventi te-rapeutici.
PRECAUZIONI D`IMPIEGO:
Nelle donne in stato di gravidanza, in corso di allattamento e nella pri-missima infanzia il prodotto va somministrato nei casi di effettiva necessita` e sotto il diretto controllo del medico.
INTERAZIONI:
Il pasto puo` ritardare l`assorbimento del principio attivo di Monuril, con conse-guente lieve diminuzione dei picchi ematici e delle concentrazioni urinarie. E` preferibile pertanto
che il prodotto sia assunto a stomaco vuoto, circa 2-3 ore lontano dai pasti.
POSOLOGIA:
ADULTI. Una busta da 3 g una sola volta. Nei casi piu` impegnativi (anziani, pazientia letto, infezioni ricorrenti) somministrare una seconda busta a distanza di 24 ore. B
AMBINI. Unabusta da 2 g una sola volta. I sintomi clinici generalmente scompaiono dopo 2-3 giorni. Nelle
infezioni acute delle basse vie urinarie (cistiti, uretriti non gonococciche) sostenute da germisensibili a Monuril, una sola dose di prodotto (2g di principio attivo nel bambino, 3 g di principio attivo nell`adulto) e` sufficiente a determinare la guarigione dell`episodio. L`eventuale persistenzadi alcuni sintomi locali, dopo il trattamento non e` necessariamente espressione di insuccesso terapeutico essendo per lo piu` riferibile ad esiti di pregressa flogosi. Nei casi clinicamente piu`impegnativi (soggetti anziani, pazienti a letto, infezioni ricorrenti) oppure nelle infezioni sostenute da germi sensibili prevalentemente alle piu` alte concentrazioni di antibiotico (Pseudomo-nas, Enterobacter, Proteus indolo+) possono essere necessarie due dosi di Monuril da somministrarsi a distanza di 24 ore una dall`altra. Nella profilassi di infezioni urinarie in seguitoad interventi chirurgici ed a manovre diagnostiche transuretrali, il trattamento viene attuato di norma utilizzando due dosi di Monuril. La prima dose va somministrata circa 3 ore prima dell`in-tervento, la seconda deve essere assunta a distanza di 24 ore dalla prima.
MODALITA` DI SOMMINISTRAZIONE:
Monuril deve essere somministrato esclusivamente per via orale, astomaco vuoto (circa 2-3 ore lontano dai pasti), preferibilmente prima del riposo notturno, dopo aver svuotato la vescica. La dose deve essere sciolta in un bicchiere di acqua (50-75 ml) od altra bevanda gradita al paziente e somministrato subito dopo la sua preparazione.


Versione Stampabile