MACMIROR - Posologia, Indicazioni, Effetti Collaterali


RICERCA FARMACO

Ricerche frequenti: Nicetile | Debridat | Microser | Vertiserc | Seki Sciroppo Tosse | Klacid 500 Antibiotico |

SERVIZI E UTILITA'

FOGLIETTO ILLUSTRATIVO MACMIROR

MACMIROR

MONSANTOITALIANA SpA
CONCESSIONARIO:
PHARMACIA & UPJOHN SpA
PRINCIPIO ATTIVO:
Candelette vaginali: nifuratel 250 mg. Confetti: nifuratel 200 mg. Pomata: 100g contengono: nifuratel 10 g.
ECCIPIENTI:
Candelette vaginali: amido; lattosio; acido tartarico; sodio bicarbonato; magnesiostearato; polietilenglicole 6000. Confetti: amido; talco; magnesio stearato; magnesio carbonato; gelatina; gomma arabica; saccarosio; polietilenglicole 6000; titanio biossido; cera E. Poma-ta: xalifin 15; metile p-idrossibenzoato; propile p-idrossibenzoato; glicerina; sorbitolo 70%; glicole propilenico; acqua.
CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA:
Antiprotozoario, antibatterico, antimicotico.
INDICAZIONI:
Affezioni vulvovaginali e leucorree da microorganismi patogeni: germi, Trichomo-nas, miceti, monilie. Infezioni delle vie urinarie.
CONTROINDICAZIONI:
Stati di ipersensibilita` al nifuratel.
EFFETTI INDESIDERATI:
Sono stati segnalati rari casi di eruzioni cutanee su base allergica.
PRECAUZIONI D`IMPIEGO:
L`uso, specie se prolungato, della pomata puo` dare origine a fenomenidi sensibilizzazione. Nelle donne in stato di gravidanza o nella primissima infanzia il prodotto va
somministrato nei casi di effettiva necessita`, sotto il diretto controllo del medico. Si consigliadi sottoporre a terapia sistemica con Macmiror anche il partner.
INTERAZIONI:
Evitare l`assunzione di bevande alcooliche che potrebbero causare senso di ma-lessere o nausea, che comunque regrediscono spontaneamente.
POSOLOGIA:
AFFEZIONI VULVO-VAGINALI. Adulti. 1 candeletta o 2-3 g di pomata da introdurre la seraal momento di coricarsi per 10 giorni. Importante: per ottenere il piu` favorevole risultato terapeutico e` necessario che la candeletta sia portata, con un dito, nella parte profonda della vagina.La pomata va applicata con la siringa dosatrice. Per asportare una eventuale secrezione, il mattino successivo, sara` necessaria una abluzione o una irrigazione vaginale. Durante il trattamen-to astenersi dai rapporti sessuali. 1 confetto 3 volte al giorno dopo i pasti principali, per una settimana, sia nella donna che nel partner. Nelle pazienti che attuano la sola terapia orale, ladose giornaliera dovra` essere portata a 4 o piu` confetti. Bambine. 1-2 g di pomata da introdurre la sera al momento di coricarsi, per 10 giorni. Importante: la pomata va applicata con la siringadosatrice collegata con la apposita cannuletta. I
NFEZIONI DELLE VIE URINARIE. Adulti. 3-6 confettial giorno per periodi medi di 1-2 settimane, a seconda dell`entita` e della natura dell`infezione. A
giudizio del medico la terapia delle infezioni delle vie urinarie potra` essere protratta o ripetutacon tranquillita`.
ISTRUZIONI PER L`USO E LA MANIPOLAZIONE:
ISTRUZIONI PER L`USO DELLA SIRINGA DOSATRICE. Avvitare la si-ringa dosatrice sul tubo di pomata, premere quest`ultimo fino ad introdurre nella siringa la quantita` di pomata richiesta (secondo le tacche corrispondenti ai grammi di pomata). Svitarela siringa dal tubo ed introdurla in vagina premendo lo stantuffo. Nelle bambine e nelle vergini, estrarre la cannula dallo stantuffo e avvitarla all`estremita` opposta della siringa prima dell`intro-duzione in vagina.


Versione Stampabile