FLUCORTANEST - Posologia, Indicazioni, Effetti Collaterali


RICERCA FARMACO

Ricerche frequenti: Nicetile | Debridat | Microser | Vertiserc | Seki Sciroppo Tosse | Klacid 500 Antibiotico |

SERVIZI E UTILITA'

FOGLIETTO ILLUSTRATIVO FLUCORTANEST

FLUCORTANEST

VECCHI & PIAM Sapa
PRINCIPIO ATTIVO:
100 g contengono: Diflucortolone valerato 0,10 g.
ECCIPIENTI:
Gliceridi semi-sintetici autoemulsionabili, esantriolo, esteri dell`acido p-idrossiben-zoico (metile-etile-propile), acqua distillata, essenza.
CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA:
Antinfiammatorio corticosteroideo per affezioni della pelle divaria natura.
INDICAZIONI:
Dermatosi seborroiche, da contatto, tossiche; neurodermatite; orticaria; ustioni diprimo grado; eczema volgare, microbico, varicoso (comunque non applicare direttamente sull`ulcera), anale, dei bambini; eritema solare; punture da insetto.
CONTROINDICAZIONI:
Nei soggetti con riconosciuta ipersensibilita` ai corticosteroidi. Come perogni corticosteroide per uso locale e` inoltre controindicato nei seguenti casi: tubercolosi cutanea, affezioni cutanee luetiche e virali (herpes simplex, varicella, pustole vacciniche).
EFFETTI INDESIDERATI:
L`arrossamento della pelle, la presenza abnorme di liquido nei tessuti (edema),la desquamazione, il prurito sono espressione di ipersensibilita` verso il principio attivo. In caso
di terapia prolungata con pomate cortico-steroidee possono verificarsi senso di secchezza del-la pelle, infiammazione del follicolo del pelo e della ghiandola sebacea, scarsa pigmentazione, abnorme crescita dei peli, mancata nutrizione della pelle, e, a seguito di bendaggio occlusivo,macerazione, striature, alterazioni cutanee causate da ritenzione del sudore. Si deve tenere presente che le pellicole di plastica utilizzate per il bendaggio occlusivo sono infiammabili; inoltretali pellicole possono provocare fenomeni di sensibilizzazione. In tal caso esse vanno sostituite con altre di diverso materiale. L`uso prolungato del prodotto puo` provocare aumento della pres-sione arteriosa, tendenza all`affaticamento, mancanza di forze, disturbi del ritmo cardiaco e riduzione del potassio nel sangue.
PRECAUZIONI D`IMPIEGO:
L`applicazione locale nel trattamento di dermatosi estese e/o per lunghiperiodi di tempo, puo` provocare effetti indesiderati dovuti all`assorbimento nel sangue del principio attivo. Tale evenienza puo` verificarsi soprattutto nei bambini o quando si ricorra al ben-daggio occlusivo. Nei bambini il pannolino puo` costituire un bendaggio occlusivo. Se si adotta tale tecnica, nei casi di lesioni estese, le zone della pelle colpite devono essere trattate una zonaalla volta. E` anche opportuno limitare l`uso della pomata a brevi periodi di tempo.
AVVERTENZE:
Se si applica la pomata in presenza di infezioni della pelle e` necessario ricorrere aduna idonea terapia antibatterica ed antifungina; in caso di insuccesso e` opportuno interrompere il trattamento. L`uso del farmaco, quando viene prolungato, puo` dare origine a fenomeni di sen-sibilizzazione. Nel caso che cio` dovesse accadere, e` necessario sospendere le applicazioni e ricorrere ad una terapia piu` opportuna. Il preparato non deve essere usato per applicazioni a livello degli occhi o per applicazioni al padiglione dell`orecchio in caso di perforazione del tim-pano. Nelle donne in stato di gravidanza va impiegato solo in caso di effettiva necessita` e sotto
il diretto controllo medico.
INTERAZIONI:
Non sono note possibili interazioni medicamentose o incompatibilita`.
POSOLOGIA:
Detergere e disinfettare, se necessario, la parte da medicare; applicare, massag-giando lievemente, un leggero velo (secondo l`opportunita` terapeutica) coprendo anche le zone
vicine alla lesione. Ripetere il trattamento 2-3 volte al giorno o secondo indicazione medica.Non appena il quadro clinico sara` migliorato e` sufficiente una sola applicazione giornaliera.


Versione Stampabile