ASPIRINA - Posologia, Indicazioni, Effetti Collaterali


RICERCA FARMACO

Ricerche frequenti: Nicetile | Debridat | Microser | Vertiserc | Seki Sciroppo Tosse | Klacid 500 Antibiotico |

SERVIZI E UTILITA'

FOGLIETTO ILLUSTRATIVO ASPIRINA

ASPIRINA

BAYER SpA
PRINCIPIO ATTIVO:
Acido acetilsalicilico.
ECCIPIENTI:
Amido di mais, cellulosa polvere.
CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA:
Analgesico, antiinfiammatorio ed antipiretico
INDICAZIONI:
Si usa per la terapia sintomatica degli stati febbrili e delle sindromi influenzali e daraffreddamento. Mal di testa e di denti, nevralgie, dolori mestruali, dolori reumatici e muscolari.
CONTROINDICAZIONI:
Ipersensibilita` verso i componenti o altre sostanze strettamente correlatedal punto di vista chimico; in particolare verso l`acido acetilsalicilico ed i salicilati. Malattie emorragiche, gastropatie (es. malattia ulcerosa gastroduodenale), asma, insufficienza renaleed epatica, ipofosfatemia. Ultimo trimestre di gravidanza.
EFFETTI INDESIDERATI:
Nel corso del trattamento con Aspirina, cosi` come con gli altri farmaci aintiin-fiammatori non steroidei, possono manifestarsi, per lo piu` in pazienti sensibili, disturbi a livello gastrico (dolori, bruciori etc.). L`incidenza e l`entita` di tali disturbi risulta estremamente variabilein relazione alla durata del trattamento ed alla dose assunta. Inoltre, in casi del tutto sporadici ed in pazienti predisposti si possono verificare episodi emorragici (esempio: sangue dal naso,dalle gengive, dall`apparato gastro-intestinale); raramente possono aversi reazioni di ipersensibilita`, quali spasmi bronchiali, eruzioni cutanee, ronzii alle orecchie e, in casi estremamente rari,riduzione delle piastrine e ritardo di parto.
PRECAUZIONI D`IMPIEGO:
In caso di affezioni virali quali influenza o varicella consultare il medicoprima di somministrare il prodotto ai bambini e ragazzi; se durante il trattamento compaiono vomito prolungato e profonda sonnolenza , interrompere la somministrazione e consultare ilmedico. E` consigliabile che venga consultato il medico da parte dei pazienti con: deficit di glucosio-6-fosfato deidrogenasi (enzima la cui assenza, geneticamente determinata, comportauna malattia caratterizzata da ridotta sopravvivenza dei globuli rossi); disturbi gastrici ed intestinali cronici o ricorrenti; compromessa funzionalita` renale ed epatica. E` opportuno consultareil medico anche nei casi in cui tali disturbi si fossero manifestati in passato. L`assunzione del prodotto deve avvenire a stomaco pieno.
AVVERTENZE:
Nei bambini di eta` inferiore ai 12 anni, deve essere usato solo dopo aver consultato il medico ed aver valutato con lui il rapporto rischio/beneficio. L`impiego pre-operatorio puo`ostacolare l`emostasi intraoperatoria.
USO IN GRAVIDANZA:
In gravidanza e nell`allattamento Aspirina deve essere usata solo dopo averconsultato il medico e aver valutato con lui il rapporto rischio/beneficio nel proprio caso. Non usare negli ultimi tre mesi di gravidanza a meno che l`uso sia specificatamente prescritto dalmedico. Consultate il medico nel caso sospettiate uno stato di gravidanza .
INTERAZIONI:
Non usate Aspirina, salvo diversa prescrizione medica, se state seguendo una te-rapia a base di: farmaci anticoagulanti (ad esempio derivati cumarinici ed eparina); metotrexate; corticosteroidi; farmaci antireumatici non steroidei; farmaci riducenti la glicemia (sulfaniluree);spironolattone; furosemide; preparati antigottosi. Se state usando altri medicinali chiedete consiglio al vostro medico o farmacista. E` opportuno non assumere altri farmaci per via orale entrouna o due ore dall`impiego del prodotto.
POSOLOGIA:
1 o 2 compresse 2-3- volte al giorno. Attenzione: non superare le dosi indicate sen-za il consiglio del medico. I pazienti anziani dovrebbero attenersi ai dosaggi minimi sopraindicati. Dopo 3 giorni di impiego alla dose massima o dopo 5-7 giorni di impiego continuativo,senza risultati apprezzabili, consultare il medico. Consultate il medico se il disturbo si presenta ripetutamente o se avete notato un qualsiasi cambiamento recente delle sue caratteristiche.
OMISSIONE DI UNA O PIU` DOSI:
Continuare la terapia come da posologia consigliata.
MODALITA` DI SOMMINISTRAZIONE:
Le compresse vanno sempre deglutite con acqua, te`, limonata, etc.
SOVRADOSAGGIO:
In caso di sovradosaggio i sintomi sono rappresentati da: senso di vertigine eronzii nelle orecchie che possono essere accompagnati da nausea, vomito e disturbi gastrici.
In questi casi risulta utile bere subito abbondante quantita` di liquidi. Nei casi piu`` gravi, si os-servano stati confusionali, torpore, collasso, convulsioni, disturbi respiratori, renali e talvolta anche emorragie In caso di ingestione accidentale di una dose eccessiva di Aspirina avvertiteimmediatamente il medico o rivolgetevi al piu` vicino ospedale.


Versione Stampabile