ANTIBIOPTALCOLLIRIO - Posologia, Indicazioni, Effetti Collaterali


RICERCA FARMACO

Ricerche frequenti: Nicetile | Debridat | Microser | Vertiserc | Seki Sciroppo Tosse | Klacid 500 Antibiotico |

SERVIZI E UTILITA'

FOGLIETTO ILLUSTRATIVO ANTIBIOPTALCOLLIRIO

ANTIBIOPTALCOLLIRIO

FARMILA FARM.MILANO SpA
PRINCIPIO ATTIVO:
100 ml contengnono: neomicina solfato 340.000 U.I.; cloramfenicolo 0,5 g.
ECCIPIENTI:
Glicol polietilenico 300 5,0 g, glicol polietilenico 1540 0,5 g, glicol polietilenico 40000,5 g, acido borico 1,6 g, sodio borato 0,1 g, poliossietilensorbitan monoleato 0,2 g, idrossipropilmetilcellulosa 2910 0,3 g, sodio etil mercurio tiosalicilato 0,002 g, acqua distillata q.b. a100 ml.
CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA:
Preparato ad azione antinfettiva.
INDICAZIONI:
Infezioni del segmento anteriore dell`occhio, causato da germi gram-negativi egram-positivi sensibili.
CONTROINDICAZIONI:
Ipersensibilita` nota verso uno dei componenti il prodotto.
EFFETTI INDESIDERATI:
L`uso prolungato di cloramfenicolo puo` dare origine a reazioni di sensibilizza-zione (bruciore, edema angioneurotico, orticaria, dermatite vescicolare e maculopapulare): anche in questo caso interrompere il trattamento. Gli effetti collaterali da assorbimento sistemicodei principi attivi sono improbabili. Tenere comunque presente, specie per trattamenti ad alte dosi prolungati nel tempo, il potenziale rischio di oto-nefrotossicita` da neomicina e di ipoplasiamidollare da cloramfenicolo.
PRECAUZIONI D`IMPIEGO:
Nella primissima infanzia il prodotto va somministrato solo nei casi dieffettiva necessita`, sotto il diretto controllo del medico.
AVVERTENZE:
L`uso prolungato o ripetuto del prodotto puo` portare allo sviluppo di microrganisminon sensibili compresi i funghi, nonche` alla comparsa di fenomeni di sensibilizzazione (specie nei confronti della neomicina; e` anche possibile ipersensibilita` crociata verso altri antibioticiaminoglicosidici). Se tali fenomeni si verificano o se dopo circa 7 giorni di trattamento non si osservano risultati apprezzabili, occorre consultare il medico per l`adozione di misure adeguate. Sono stati descritti rari casi di ipoplasia midollare a seguito di impiego protratto di cloramfeni-colo per uso topico. Per tale motivo, il prodotto va usato per brevi periodi, salvo esplicita indicazione del medico. Il prodotto, se accidentalmente ingerito o se impiegato per lungo periodo a dosi eccessive, puo` determinare fenomeni tossici. Il prodotto non deve essere usato oltre 15giorni dopo la prima apertura del contenitore.
USO IN GRAVIDANZA:
Nelle donne in stato di gravidanza o di allattamento, il prodotto va sommini-strato nei casi di effettiva necessita`, sotto il diretto controllo del medico. La sicurezza di terapie intensive e prolungate a base di steroidi topici in gravidanza non e` stata del tutto appurata.
POSOLOGIA:
Instillare 1 o 2 gocce nel sacco congiuntivale, da 3 a 6 volte al giorno, secondo pre-scrizione medica.
SCADENZA E NORME DI CONSERVAZIONE:
Conservare tra 2-o e 8-oC.


Versione Stampabile