AMINOMALR - Posologia, Indicazioni, Effetti Collaterali


RICERCA FARMACO

Ricerche frequenti: Nicetile | Debridat | Microser | Vertiserc | Seki Sciroppo Tosse | Klacid 500 Antibiotico |

SERVIZI E UTILITA'

FOGLIETTO ILLUSTRATIVO AMINOMALR

AMINOMALR

MALESCI SpA IST.FARMACOBIOL.
PRINCIPIO ATTIVO:
Aminofillina biidrata 600 mg pari a teofillina anidra 473,56 mg.
ECCIPIENTI:
Microcapsule: idrossipropilcellulosa, etilcellulosa. Nuclei: amido di riso, paraffinasolida, cellulosa microcristallina, carbossimetilcellulosa sodica CL, silice colloidale, talco, magnesio stearato. Rivestimento: copolimero cationico di metacrilati, talco, titanio biossido, po-lietilenglicole 6000.
CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA:
Broncodilatatore.
INDICAZIONI:
Asma bronchiale - affezioni polmonari con componente spastica bronchiale.
CONTROINDICAZIONI:
Ipersensibilita` verso la teofillina ed altri derivati xantinici. Il preparato e` con-troindicato nelle donne che allattano. Infarto miocardico acuto. Stati ipotensivi.
EFFETTI INDESIDERATI:
Con l`impiego di derivati xantinici possono manifestarsi nausea, vomito, doloreepigastrico, cefalea, irritabilita`, insonnia, tachicardia, extrasistolia, tachipnea e occasionalmente albuminuria e iperglicemie. In caso di sovradosaggio, possono comparire crisi convulsivegeneralizzate tonico-cloniche e aritmie ventricolari gravi. Tali manifestazioni possono costituire i primi segni d`intossicazione. La comparsa di effetti collaterali puo` richiedere la sospensionedel trattamento che potra` essere ripreso, se necessario, a dosi piu` basse dopo la scomparsa di tutti i segni e sintomi di tossicita`.
PRECAUZIONI D`IMPIEGO:
Numerosi fattori possono ridurre la clearance epatica della teofillina conaumenti dei livelli plasmatici del farmaco. Tra questi sono compresi l`eta`, lo scompenso cardiaco congestizio, le affezioni ostruttive croniche del polmone, le infezioni concomitanti, la con-temporanea somministrazione di molti farmaci quali: eritromicina, TAO, lincomicina, clindamicina, allopurinolo, cimetidina, vaccino antiinfluenzale, propranololo. In questi casi puo`essere necessario ridurre il dosaggio della teofillina. La fenitoina, altri anticonvulsivanti ed il fumo di sigaretta possono aumentare la clearance della teofillina con riduzione dell`emivita pla-smatica. In questi casi puo` essere necessario aumentare il dosaggio di teofillina. In caso di fattori che possono influire sulla clearance della teofillina, si raccomanda un monitoraggio dellaconcentrazione dei livelli ematici del farmaco ai fini del controllo del range terapeutico della teofillina. La somministrazione del prodotto deve avvenire con prudenza negli anziani, nei cardio-patici, negli ipertesi e in pazienti con grave ipossiemia, ipertiroidismo, cuore polmonare cronico, insufficienza cardiaca congestizia, ulcera peptica, gravi malattie epatiche o renali. E`sconsigliato l`uso dell`Aminomal R in pediatria. La teofillina non dovrebbe essere somministrata contemporaneamente ad altri preparati xantinici e cautela richiede l`associazione tra teofillina edefedrina o altri simpaticomimetici broncodilatatori.
AVVERTENZE SPECIALI:
USO IN GRAVIDANZA. Per quanto non siano stati rilevati effetti negativi della teo-fillina sullo sviluppo fetale, l`impiego in gravidanza va limitato solo ai casi nei quali l`asma costituisca un serio pericolo per la madre.
POSOLOGIA:
1/2 - 1 compressa ritardo ogni 12 ore, salvo diversa indicazione del medico. Se neconsiglia l`ingestione a stomaco pieno. In caso di aumento di tale posologia e` necessario ricorrere al controllo dei livelli ematici di teofillina (valori terapeutici 10-15 mcg/mL, valori ai limitidella tossicita` 20 mcg/mL).


Versione Stampabile