Quando il Nobel diventa un´opinione, ma 350 milioni di lettori non sono tutti coglioni Sul perché sarebbe stato più onesto premiare King.

09/10/2017 07:48:23 \\ NEWS \\ 12 Visite

Quando il Nobel diventa un&acuteopinione, ma 350 milioni di lettori non sono tutti coglioni Sul perché sarebbe stato più onesto premiare King. Si sa, il Nobel per la Letteratura, la Letteratura in sé, è una mera opinione e lo diventerà ancora di più in futuro. La Letteratura non è una scienza come la Fisica, non ha nulla di esatto o di perfetto, né a livello contenutistico né a livello estetico: c?è sempre un´altra possibilità e nulla ci dice che in un momento più ispirato un dato autore non avrebbe potuto fare di meglio (o qualcun altro al suo posto). Quest´anno, dopo i casini dell´anno scorso (anche se io concordo con la celebrazione di un artista irriverente come Dylan), il premio è stato assegnato al nippo-britannico Kazuo Ishiguro, con la seguente motivazione: perché, in romanzi fortemente emotivi, ha scoperto l´abisso sotto un illusorio senso  di connessione con il mondo Sarà! Ma siamo davvero sicuri che servisse Ishiguro per farci comprendere questo status quo dei tempi digitali, o che lo stesso lo abbiamo compreso grazie a questo autore? Io ho i miei dubbi, ma vero è che ho sentito poche critiche a questa decisione. Perché? Perché secondo me sono ben pochi coloro che, con esclusione del suo primo romanzo, hanno letto Ishiguro. Mi sbaglio? Penso proprio di no, ed eventualmente le classifiche nelle vendite [...]

Continua a Leggere >>



Cosa ne pensi? Commenta qui:


Notizie Simili