Settembre al Borgo, domani il gran finale con Massimo Lopez e Mannarino

05/09/2017 14:04:44 \\ NEWS \\ 9 Visite

Settembre al Borgo, domani il gran finale con Massimo Lopez e Mannarino Settembre al Borgo. Dopo cinque intense giornate in cui la presenza di Fausto Mesolella, a cui il Festival quest´anno è dedicato, si è sentita nella musica e nei ricordi di quanti si sono alternati sul palco, Casertavecchia si prepara ad accogliere chi, del chitarrista casertano, si sentiva figlio: Alessandro Mannarino. Una lunga sequenza che inizierà alle 19 in Cattedrale quando, in anteprima nazionale, verrà presentato Taxidi, l´album postumo di Fausto Mesolella. Sarà il produttore Giulio Cesare Ricci, l´uomo del vinile? in Italia e fondatore della casa discografica FONÈ, a raccontare l´ultimo viaggio musicale del cantautore casertano. Registrato tra la fine del 2016 e l´inizio del 2017 nella cantina di un palazzo medievale a Certaldo Alta, in Toscana, Taxidi? è un album intimo e passionale, un vero e proprio viaggio nell´animo puro e buono di Mesolella, cassa armonica perfetta della sua storia musicale. Una storia cominciata nella gabbia? artistica dei ristoranti per matrimoni - senza i quali non avrei imparato niente? soleva ripetere il chitarrista - e culminata nell´arte in libertà di cui era il più autentico testimone. Per gli appassionati di chitarra e non solo sarà l´occasione per ascoltare 20 tracce, molto diverse tra loro, ma inanellate l´una all´altra dall´anima che Mesolella riusciva a far passare attraverso le corde della sua chitarra. In piazza, domani, sarà anche possibile acquistare Taxidi? (che è già disponibile presso la libreria Giunti di piazza Matteotti a Caserta) nelle sue tre versioni: doppio vinile, in 496 copie, cd con metallizzazione in oro 24 carati, in 496 copie, e super audio cd. Sulle note di alcune suite di Taxidi la Arabesque Dance Company, con i danzatori Martina Ferraro e Luigi d´Aiello, metterà in scena di un passo a due? su una coreografia originale di Annamaria di Maio: una rivisitazione delle melodie che il disco propone per una parentesi di danza moderna unica e coinvolgente. A seguire, l´attesissimo reading che Massimo Lopez, grande amico di Fausto, regalerà al pubblico di Settembre al Borgo: attore, doppiatore, comico, imitatore e conduttore televisivo, capace con la stessa maestria di far ridere e di commuovere, sarà accompagnato delle chitarre di Franco Mantovanelli e Ferdinando Ghidelli e leggerà alcuni testi firmati Mesolella, per un emozionante momento pieno di cuore: Avevamo dei progetti da realizzare insieme ha raccontato - ma uno scherzo del destino non l´ha permesso: il 24 marzo sono stato ricoverato per problemi cardiaci, lui mi ha chiamato, rassicurandomi e dandomi appuntamento a presto. Il 30 io sono stato dimesso e lui è andato via. Partecipo al Settembre? col cuore, come per tutte le cose che mi piacciono: ma questa è speciale A chiudere la carrellata degli omaggi? sarà MBarka Ben Taleb, artista tunisina in Italia da molti anni e nota per aver ricantato in arabo diverse canzoni napoletane come Indifferentemente, Luna Rossa e Nun te scurda'. Accompagnata da Raffaele Vitiello alla chitarra, il suo regalo all´amico Fausto sarà riproporre un brano di Bianca DAponte, a cui Mesolella era particolarmente affezionato. In largo Castello alle 20:30 chiuderanno, domani, anche i palcoscenici a chilometro zero, con una lunga carrellata di giovani chitarristi: Alessandro Infante, Francesco Garramone e Luca Privitera, Giuseppe D'Avino-Alessandro Carlino-Raimondo Del Bene-Riccardo Lo Sapio-Alessandro Parente-Riccardo Pontillo, Sebastiano Esposito e Aldo Capasso, Gabriele De Carlo e Luca Aulicino. Ultima serata pure per godere della sorprendente installazione dell´Arpa di Luce: nella chiesa dell´Annunziata dalle 21 alle 24 sarà possibile assistere alle performance degli ideatori, Pietro Pirelli e Giampietro Grossi, o provare personalmente l´emozione di suonare la luce. Poi alle 21:30, finalmente, l´attesissimo concerto di Alessandro Mannarino: Quella notte una chitarra, omaggio a Fausto Mesolella, questo il titolo scelto dall´artista romano per salutare l´amico scomparso. Torno a Casertavecchia con un senso di rispetto e di mancanza ha detto La sua mancanza. Fausto per me era un faro. Mi ha dato consigli, mi ha insegnato a suonare ogni brano come se fosse il primo in scaletta. Proverò a pensare che ci sia lui con me, sul palco del Settembre, magari metterò una sedia vuota per lui. Chiuderò gli occhi e mi sembrerà di sentirlo suonare? Sotto le stelle del cielo di Casertavecchia nell´inedita versione di Corde? (concerto per tre chitarre, con Alessandro Chimienti e Tony Canto) vibreranno nell´aria emozioni infinite. Da Me so 'mbriacato, ancora oggi tra le canzoni più amate del suo repertorio, a ´ Vivere la vita, oltre a quelli del suo ultimo disco di inediti Apriti cielo, Mannarino sarà protagonista della grande festa per la serata conclusiva di Settembre al Borgo.

Continua a Leggere >>



Cosa ne pensi? Commenta qui:


Notizie Simili