Predazioni, predatori, predati e medicina forense

06/08/2017 13:22:49 \\ ANIMALI \\ 56 Visite

Predazioni, predatori, predati e medicina forense Presso la sede di ARAV di Vicenza, ANMVI VENETO organizza una giornata, su un tema di scottante attualità.Fauna selvatica e patrimonio zootecnico: accertamenti, valutazioni e strategie di gestione: ne parlerà Rosario Fico, Responsabile del Centro di Referenza Nazionale per la Medicina Forense Veterinaria, alla giornata organizzata da ANMVI Veneto in collaborazione con SIVAE e SIVAR.  L´ obiettivo dei lavori è di conoscere il contributo della Medicina Forense  Veterinaria nell´accertamento e nella valutazione dei danni da fauna selvatica. Conoscere gli impieghi e le metodologie della Medicina Forense Veterinaria può infatti aiutare i professionisti, gli operatori a mettere a fuoco il fenomeno delle predazioni del patrimonio zootecnico da parte digrandi carnivori selvatici. Una giornata formativo-informativa come questa potrà offrire alcuni spunti di gestione strategica anche alle istituzioni a vario titolo coinvolte nel problema.Sarà il Presidente di ANMVI Veneto, Marco Bedin, a dirigere i lavori dopo l'apertura del Presidente dell'Associazione Regionale degli Allevatori del Veneto, Floriano De Franceschi. Si partirà dall'analisi del comportamento predatorio dei grandi carnivori e lesioni da predazione sul bestiame domestico per illustrare il corretto approccio metodologico nei sopralluoghi per l´accertamento in caso di predazione. In programma anche la gestione nei casi di presunta predizione da lupo e orso, le lesioni da arma da fuoco nella fauna selvatica , i protocolli per la valutazione del tempo intercorso dalla morte dell´animale ed identificazione della specie e casi di Medicina Veterinaria Forense.La giornata è patrocinata dalla FROV (Federazione Regionale Ordini Veterinari del Veneto)Predazioni e medicina veterinaria forenseSede: ARAV VicenzaData: 21 ottobre 2017Le iscrizioni saranno aperte dal 1 settembre

Continua a Leggere >>



Cosa ne pensi? Commenta qui: