Italia/Def: non bastano soldi stanziati per la povertà. Lavoro, 84% lo cerca tra gli amici.

08/05/2017 15:34:59 \\ NEWS \\ 17 Visite

Italia/Def: non bastano soldi stanziati per la povertà. Lavoro, 84% lo cerca tra gli amici. Solo il 25% lo cerca in centri impiego per Eurostat, mentre in Ue 70,7% cerca con conoscenze, solo 40,4% Germania.   E' inutile traccheggiare il lavoro manca e non basta essere bravi, preparati. In Italia e in genere in Europa, il lavoro si cerca tra amici, un dato su cui riflettere. Chiedersi il perché di questa situazione? Domandarsi se forse c'è troppa ingerenza nella vita del cittadino che deve solo sperare nel posto fisso che non c'è? Eppure ci sono tanti lavori e professioni che possono svolgersi autonomamente, imprenditorialmente. Troppe tasse? Troppa burocrazia? Quando il Governo decide di risolvere? Upb, per povertà risorse Def non bastano. Stanziati 3 miliardi in 2 anni, ma ne servono tra 5 e 7 L'estensione della platea dei beneficiari del reddito di inclusione potrebbe risultare "ancora limitata" rispetto al numero dei nuclei in povertà assoluta, pari nel 2015, secondo l'Istat, a quasi 1,6 milioni. Lo afferma l'Upb nel Rapporto sulla programmazione 2017, sottolineando che le stime del Gruppo di lavoro sul reddito minimo del Ministro del Lavoro quantificano tra 5 e 7 miliardi il costo di una misura in grado di risollevare la totalità delle famiglie in povertà assoluta. Per il Rei il Def stanzia 1,2 miliardi nel 2017 e 1,7 nel 2018 a favore di 400.000 famiglie. La nuova misura di contrasto alla povertà, sottolinea l'Autorità, si innesta in un sistema "ancora caratterizzato da una pluralità di misure condizionate alla prova dei mezzi, che presentano criteri di accesso disomogenei. Un assetto che negli anni della crisi, soprattutto per la popolazione che non beneficia di trattamenti pensionistici, si è dimostrato insufficiente a ridurre i rischi di povertà sulle fasce più deboli della popolazione". 84% lo cerca tramite amici,25% a centri impiego La stragrande maggioranza di chi cerca lavoro usa anche i canali informali come gli amici e i parenti mentre cresce la sfiducia nel sistema pubblico: nel 2016 in Italia l'84,4% di chi cercava lavoro si è rivolto a parenti, amici e sindacati (era l'84,8% nel 2015) a fronte di appena il 25,6% che si è rivolto a un centro pubblico per l'impiego, dato in calo rispetto al 28,2% del 2015. La percentuale di chi si rivolge a parenti amici - segnala l'Eurostat - è superiore alla media Ue (70,7%) e più che doppia rispetto a quella tedesca (40,4%).defitaliapovertàlavoronewsultime notiziegemraniacentri impiego

Continua a Leggere >>



Cosa ne pensi? Commenta qui:


Notizie Simili